LA LEGGENDA DEL CASTELLO DELLA FAVA…O DI COME FU SALVATA LA SPLENDIDA POSADA, PERLA DELLA SARDEGNA

Posada

Posada è un noto centro turistico della Sardegna che, grazie anche ai molteplici riconoscimenti di Legambiente e del Touring club per il suo  litorale, viene considerato tra i più suggestivi  d’Italia. Un borgo meraviglioso che stupisce tutti i visitatori.   

Il paese di Posada presenta un aspetto urbanistico e architettonico stupefacente. La cura degli spazi, la pulizia e la cordialità della popolazione verso i turisti, rendono Posada, un luogo ideale nel quale trascorrere una vacanza rilassante e soddisfacente per tanti aspetti: naturalistico, culturale e gastronomico.

Tra i siti più conosciuti vi consigliamo una visita al Castello della Fava, situato su un’altura che domina il paese, non lontano dal mare. Risale al XIII secolo, fu nel Medio Evo sede dei giudici di Gallura e di Eleonora di Arborea, nonché sempre conteso per la sua posizione al confine tra i due giudicati. Non si può visitarlo senza conoscere la leggenda dalla quale deriva il nome di questo monumento. Noi oggi vogliamo raccontarvela.

Si narra che intorno al 1300 una flotta di Saraceni approdò sulle coste di Posada. Gli stranieri posero sotto assedio la zona con lo scopo di conquistarla una volta che la popolazione fosse stata sfinita dalla fame. La gente era spossata e non in grado di reggere alcuna battaglia. Però, accadde che durante una delle tante riunioni dei Giudici, che avevano una sede proprio in una delle torri, qualcuno progettò un’idea che si rivelò geniale e li salvò: fecero mangiare ad un piccione un pugno di fave, lo ferirono un poco e lo fecero volare verso gli accampamenti nemici. Il piccione cadde proprio nelle tende dei Saraceni, i quali, notato il bizzarro gonfiore dell’animale, lo sventrarono e vi trovarono le fave. Pensarono allora che, se la popolazione aveva così tanto cibo da poterne cedere una gran quantità a un volatile, non avevano alcuna chance di vincere grazie al loro piano iniziale e data anche la difficile conformazione del territorio. Così i Saraceni, a seguito di questi ragionamenti, salparono e a Posada i festeggiamenti per la salvezza ottenuta durarono per giorni.

Vi consigliamo di dedicare un po’ del vostro tempo per recarvi a Posada e visitare questo affascinante sito, del quale a oggi rimangono una torre a pianta quadrata e le rovine della cinta muraria. Posada, paese sospeso tra terra e mare, è uno dei borghi più belli d’Italia. Ne resterete senz’altro affascinati!

PER VEDERE LA NOSTRA BELLISSIMA GALLERY SU POSADA CLICCATE QUI

SOSTIENI SARDEGNA REMIX

Amazon

 

Comments are closed.