EUROSPIN: ECCO DI CHI SONO I PRODOTTI VENDUTI NEI DISCOUNT DELLA SARDEGNA

Tutti ormai conosciamo i discount Eurospin, sparsi un po’ in tutta la Sardegna (e in tutta Italia). In molti ci chiediamo come mai i prezzi siano molto più bassi degli altri supermercati e, soprattutto, se a questo minor costo corrisponda una qualità dei prodotti comunque soddisfacente. Vediamo dunque di chi sono i prodotti dei discount Eurospin

I Biscotti BUON MATTINO sono prodotti da Colussi
I Crumiri DOLCIANDO & DOLCIANDO Eurospin sono prodotti da Bistefani
I frollini con confettura di mele love is della linea Dolciando & Dolciando Eurospin sono prodotti da Vicenzi

CONTINUA: VAI A PAGINA 2

567 thoughts on “EUROSPIN: ECCO DI CHI SONO I PRODOTTI VENDUTI NEI DISCOUNT DELLA SARDEGNA

  1. Posso dire che io non compro all’Eurospin perchè dove vivo non ce ne’ sono in giro, ma posso dire che da anni ormai compro nei punti Lidl e non ho mai avuto problemi di salute ( intossicazioni, disturbi di pancia ecc. ). Purtroppo per chi deve far quadrare un piccolo stipendio si cerca il risparmio e la buona qualità .

  2. E’ una vita che compro all’Eurospin prodotti eccezionali, di qualità imbattibile. La pasta Tre Mulini è diecimila volte più buona della Barilla (immangiabile), i biscotti della linea Dolciando Dolciando hanno un prezzo più basso ed un sapore superiore a quelli del Mulino Bianco, i detersivi Dexal ineguagliabili (hai mai provato lo sgrassatore?), i surgelati non hanno odore di ammoniaca quando li usi, ecc. Provare per credere… o continuate a farvi fregare i soldi!

  3. interessante… ma forse vale solo per i negozi in Sardegna. qua in toscana (Cecina) l’acqua naturale blus arriva da Napoli….e cosi’ altri prodotti…io faccio la spesa spesso all’eurospin ma la merce da comprare e’ ristretta… sicuramente il banco frigo con pasta fresca latte formaggi ecc e’ da evitare.
    nota dolente…i dipendenti sono costretti a fare i salti mortali… e quando arriva il momento di andare alla cassa bisogna stare in media 1/2 in attesa …solo perché di 5 casse, aperte se va bene c’e’ ne sono 2 ..

    • Mi dispiace per te, che evidentemente disponi di un negozio “povero”, ma non è così ovunque.

      Per il fatto che l’acqua Blues venga da Napoli, ci credo, ma magari non è della Ferrarelle rimarcata?

    • che significa che viene da Napoli? guarda che i prodotti campani sono i migliori nel mondo… lascia stare poi la questione “della terra dei fuochi” che non c’entra assolutamente nulla con il cibo di alta qualità campano.

    • A Montecchio Maggiore (VI) i formaggi sono buoni, Compero spesso lo stracchino e il pecorino Toscano ottimi e a prezzi convenienti. Devo condividere che il personale è costretto a mettere in ordine i prodotti piuttosto che essere alla cassa e…ciò è l’unico neo di questo negozio.
      L’assortimento è buono. Certo che ognuno deve fare le proprie scelte in base ai propri gusti, esattamente come in tutti gli altri negozi.

  4. a parte che oggi con questa crisi ,i dscount sono diventati la salvezza di tante case.ma poi quasi tutti i prodotti sono buoni,le cose possono piacere o no ma non perchè venduti a prezzo superiore sono più buoni.allora quando nei grossi supermercati fanno le offerte mica le fanno con le cose schifose.poi io ho lavorato per sei anni in un posto dell’elitè del cibo e ti assicuro che lo strapagavi,ma se guardavi bene tanti prodott li trovavi anche nella grande distrbuzione a meno.la frutta e la verdura dove lavoravo io la pagavi a prezzo di gioielleria,lo stesso marchio con lo stesso fornitore, nel discount a meno.traete voi le conclusioni…

    • Oltre ai prodotti venduti dall’Eurospin, anche le altre catene hanno linee similari:

      http://www.guidaacquisti.net/il-trucco-per-acquistare-prodotti-di-marca-a-meta-prezzo

      Ed anche per loro valgono le stesse considerazioni. Le case producono una enorme quantità di prodotti, ma poi si approfittano di quelli per i quali fanno pubblicità per ottenere margini ancora maggiori (anche dopo aver pagato la suddetta pubblicità).

      Se poi qualcuno mi sapesse spiegare che cacchio c’entra Banderas a fare il finto mugnaio, a parte quella di prendere per i fondelli gli allocchi che ci credono, allora forse ne capirei qualcosa.

      Mi ricorda la mia vecchia madre che alla televisione vedeva un attore con il camice che propagandava un qualche farmaco, e lei mi diceva “vedi, lo dice anche il dottore…”

  5. Io ho scoperto l’eurospin un anno fa quando ha aperto qui nella provincia di Messina…mi trovo ultra bene, raramente compro qualcosa altrove, solo la frutta e la verdura perchè ho un fruttivendolo di fiducia…per esempio la panna per dolci land è prodotta dalla zappalà e la prova è anche che nel banco frigo prima di sistemarla era proprio nel cartone marchiato…solo che costa 60 cent. in meno mezzo litro ed ha una tenuta maggiore…io sono intollerante al latte e lievito e per esempio solo all’eurospin trovo dei biscotti tipo gocciole al cioccolato della dolciando che posso mangiare e costano 1,50 quindi nn un patrimonio, come anche altre cose dolci come cioccolata e altri biscotti…svegliatevi i prodotti di marca si fanno pagare la PUBBLICITA’ nn la qualità…

  6. …non è cosi……se la Colusso gli produce i biscotti…..non usa le stesse farine dei propri biscotti. ..produrre non vuol dire la stessa qualita’.

  7. Non ho letto tutti i commenti ma vi ricordo che nei prodotti di “marca” il prezzo che paghiamo include la pubblicità che loro fanno. Quindi vai a pagare il prodotto e la pubblicità che te lo rende migliore ai tuoi occhi solo perché più rinomato. Preferisco pagare solo il prodotto… A parte la carne con 30 € spesi all eurospin o all ard riempio un carrello … 20 € alla Pam ho solo 4 cose in mano

      • E’ risaputo la pubblicita’ costa e chi la paga ? Chi consuma..
        Ma il discorso qualita’ in termine di prodotti di base sani, privi di residui chimici, pesticidi, e quantaltro, chi lo sa?
        Il 90% di quello che Si compra non e’ affidavile nessuno sa .
        Spero di sbagliarmi per la salute di tutti.
        E la salute costa ancora di piu’ se l’alimentazione non e’sana, ed equilibrata, scusate se insisto ,
        Ma dovrebbe essere la prima materia in tutte le scuole D’Italia.

  8. …ma perche’ qualcuno ha ancora l’illusione di avere la qualita’ nei supermercati ?? Forse il 5% dei prodotti , quelli che strapaghi . Esempiio : olio d’oliva DOP del Garda dai 20 euro ai 30 euro al litro …qualcuno lo compra ?? quasi nessuno eppure hai probabilita’ che sia genuino , dico probabilita’ perche’ anche li vi sono inganni e comunque Dop eesta un ottima certificazione ma ancora non significa BIO e viceversa . Il Dop Bio lo trovi a 30 euro …qualcuno lo compra ? ‘Se nessuno compra piu’ i prodotti scadenti ( olii industriali ad esempio ) quelli spariscono dai banchi e nel tempo anche i genuini si svalutano data la grande richiesta . Ma se andiamo a comprare direttamente in azienda e guardiamo in faccia il contadino che ci vende il prodotto le cose cambiano , e’ la filosofia della bottega dove chi vende ci tiene alla faccia per non perdere il mercato del quartiere . Al supermercato chi ci mette la faccia , non certo il banconiere ……..Nessuno pianga il proprio male …

  9. Questo elenco di prodotti e’ gia’ piu’ volte che gira sui social, piu’ volte ho chiesto, senza ottenere risposte, da chi lo ripropone: Oltre l’elenco di chi produce i prodotti dalla eurospin commercializzati, che secondo quella lista sono affermate case produttrici molto pubblicizzate e comunque conosciute dalla maggior parte dei consumatori percui affidabili e buoni, pero’ ci dovrebbero spiegare anche quali materie prime utilizzano questi, per produrre un prodotto che fa’ concorrenza agli stessi prodotti che normalmente commercializzano con grande successo a prezzi ben diversi.
    Non ce la beviamo che Bistefani, Bauli, Colussi etc etc fa’ dei prodotti con scatola e marchio diverso per poi venderlo a meta del prezzo che normalmente vende il suo conosciuto, cambiera’ impasto? Ingredienti diversi e meno costosi? Gradiremmo sapere…. Grazie!

  10. E’ ormai da alcuni anni che conosco l’EUROSPIN e vi posso assicurare che il rapporto tra qualità/prezzo è veramente “alto”. I prodotti sono ottimi e a buon prezzo.
    P.S. OH Eurospin, adesso non darti tante…arie e fai “volare” i prezzi…

  11. io nel discount ci lavoro e so benissimo qual’è il motivo per cui ha prezzi bassi! non è la merce, è il personale mancante che fa risparmiare il cliente ! non vedete che sono in due otre a fare tutto, cassa mettere merce pulizie controllare … tutti esauriti e sfruttati fino all’osso con ore gratuite e mobbing pazzeschi ! questo per fare risparmiare Voi clienti . che però con la tipica arroganza del cliente ( non vale per tutti ovviamente ) vorrebbero avere un servizio da ipermercato nel discount con quei costi ( e lì a gridare cassa cassa perché c’è la coda ! ) . se pagassero le ore a chi ci lavora e mettessero il personale giusto con la bollatrice come in fabbrica vedreste che i prezzi sarebbero uguali all’esselunga !

  12. posso solo dire per fortuna che esiste eurospin che ci dà la possibilità di acquistare a buon prezzo cose ottime poi la pasta il tonno la passata a chi non piace se la può comprare altrove e non ha niente in più di quella di eurospin e allora EVVIVA EUROSPIN ah! e la gentilezza di chi ci lavora dove la mettiamo?

  13. Io è una vita che faccio spesa all eurospin , ancora quando le persone snob quando mi incontravano lì a fare spesa dicevano…. Sono venuta a prendere un pò d’acqua! Ma fatemi il piacere!!!!! La roba è buona specialmente i surgelati sono ottimi!!!! Dovunque vado faccio spesa lì è eurospin che vai di regione in regione viene arricchita dai prodotti regionali!!!!! Basta vedere quanti ce ne sono in tutta Italia!!! Bravi continuate così!,,,

  14. Ok come detto in un post precedente, raramente vado all’Eurospin per la distanza dalla mia abitazione. Vado però in altri discount e trovo prodotti ottimi. Non tutti, ovviamente, ma la maggior parte, come del resto anche negli altri supermercati non discount. La settimana scorsa ho fatto un salto all’Eurospin. Insomma, si ok, i prodotti forse sono buoni, ma sono davvero prodotti essenziali, per chi mangia le solite cose all’italiana,senza fantasia, giusto per mettere qualcosa sotto i denti. Non sono riuscita a comprare nulla!!! Paradossalmente, c’è molta più qualità e scelta alla LIDL, HD o LD.

  15. Non ho mai acquistato all’Eurospin, e non perché snobbi i discount ! Semplicemente perchè credo che la vera qualitá,, che spesso non va a braccetto nemmeno con la grande marca, non possa avere, purtroppo, un costo cosí ridotto. Consumo molti alimenti bio, di seria certificazione, e guardo molto gli ingredienti di ció che acquisto. Riconosco, comunque, che per una famiglia con figli, o comunque con un reddito medio- basso, l’alternativa dei discount é fondamentale. Piuttosto, occhio sempre a ció che un alimento contiene.
    Mascherate da sapori inebrianti, circolano tante di quelle schifezze!!!

    • Se parli di Bio probabilmente ha ragione. Però se invece parli di prodotti da supermercato allora è pari. Molto è buono, altro è da non prendere.

  16. Quando si parla di prodotti non bisogna guardare solo l’industria di produzione ma anche le materie prime utilizzate, ad esempio, nei prodotti Dolciando è presente l’olio di palma, che è stato messo da molti studiosi sotto osservazione perchè sospettato di essere cancarogeno

    • Guido, scusami cosa significa “sospettato”? Di quali quantità parliamo? Anche la bistecca alla brace produce elementi cancerogeni (il nero per intenderci). Più cancerogeno degli scariche delle auto che respiriamo ogni giorno? Si potrebbe continuare per pagine e pagine. Visto che c’è il libero mercato ognuno acquisti dove vuole, ciò che gli pare.Io direi di farla finita con tutta una serie di allarmi ingiustificati che creano soltanto psicosi. P.S. Molti prodotto dell’Eurospin non hanno nulla da invidiare ad altri più reclamizzati.

  17. Ho visto numerosi commenti assurdi di italioti ignoranti ecco cosa succede nella vita reale dei vari discount in Italia .
    1) Solamente un” italiano fesso e credulone potrebbe credere che il cibo o altri prodotti a basso prezzo venduto nei vari discount sia di buona o ottima qualità oppure siano prodotti da marchi noti e famosi !
    In un discount qualsiasi italiano in mezzo a tante schifezze di bassa qualità magari pure pericolose per salute senza marchio e a basso prezzo può esserci in qualche raro caso qualche prodotto anche buono a basso prezzo però sono casi molto rari .
    Nemmeno i semplici detersivi di vario genere che ho provato ad acquistare in vari discount funzionavano bene .
    2 )Ci sono italiani fessi creduloni o stupidi che fanno propaganda ai vari discount e ci dicono che basta leggere le etichette dei vari prodotti per poter acquistare buoni prodotti a basso prezzo nei discount .
    Queste sono balle !
    In Italia da sempre le etichette che ci sono sui vari prodotti sono completamente false !
    La legge italiana non punisce MAI chi pubblica etichette FALSE oppure produce prodotti adulterati o fuori norma di legge !
    Perciò leggere le etichette in Italia dei vari prodotti non serve assolutamente a nulla né tutela il consumatore italiano .
    Il coglione di italiano che vi dice che dovete imparare a leggere le etichette dei vari prodotti che acquistate se non volete essere fregati vi sta prendendo per il culo o ripete come un stupido pappagallo ciò che sente e vede per TV .
    Lo Stato Italiano (ladro è biscazziere ) da sempre non controlla MAI la veridicità delle etichette o la qualità o pericolosità dei prodotti venduti sul territorio italiano perciò tenta di scaricare le sue COLPE CRIMINALI sui privati cittadini italiani che non possono decidere nulla né far nulla !

    • E’ arrivato il superuomo che dichiara che gli altri sono COGLIONI ed IGNORANTI, nonché ITALIOTI.

      Primo, siamo ITALIANI, non ITALIOTI

      Secondo, non c’è più coglione di chi del coglione agli altri

      Terzo, a proposito di ignoranza puoi docere, dall’alto della tua ignorante supponenza.

      Non sei d’accordo? Dillo, ma non rompere gli attributi agli altri!!!!!!!!!!!!!

  18. La verità è questa : gli italiani sono alla fame e per poter mangiare e vivere in apparenza come facevano 25-30 anni fa devono mangiare cibi scadenti di dubbia provenienza acquistati nei supermercati discount .
    In mezzo a tonnellate di prodotti scadenti a basso prezzo può anche darsi che in un discount ci sia anche qualche prodotto buono fatto da qualche marca famosa ma è molto difficile da trovare sempre sui scafali .
    L” Italia è un paese povero e siamo in miseria e alla fame perché siamo governati da una dittatura composta tutta da politici mafiosi – fascisti e incapaci strapagati .
    In Italia abbiamo ben 16 milioni di italiani disoccupati e siamo stati anche invasi da ben 22-24 milioni di immigrati stranieri molti milioni sono clandestini anche per questi motivi gli italiani sono in miseria e sono costretti a fare acquisti nei vari discount e cercano anche di illudersi che i prodotti a basso prezzo acquistati siano buoni e di ottima qualità come quelli che acquistavano 25-30 anni fa nei vari supermercati o centri commerciali quando gli italiani erano e ..
    Per benestanti è ricchi intendo che gli italiani di 25-30 anni fa avevano un straccio di lavoro retribuito un po’ decentemente che perlomeno gli consentiva di poter sbarcare il lunario e le tangenti Statali -Regionali e Comunali chiamate tasse che tutti i cittadini italiani dovevano pagare erano del 100 % cento moltiplicato per 10 volte più basse .

  19. Voi avari che fate la spesa nei discount siete tutti malati di testa ?
    La qualità di un prodotto si paga !
    Non potete pretendere di spendere poco per un prodotto e di avere alta qualità !
    Tutti i prodotti venduti nei discount italiani o sono pericolosi per la salute o sono di scarsa qualità .
    Persino il semplice pane o i detersivi acquistati nei discount sono scadenti !

    • Io compro spesso all’ Eurospin e stai tranquillo che leggo sempre le etichette e quello che c’è scritto nell’articolo è vero! Sono un’insegnante e qualche anno fa ho fatto un viaggio d’istruzione alla 3 A di Arborea dove ho visto una catasta di confezioni di latte (ancora da riempire) di altre marche, ho chiesto alla guida come mai e mi ha risposto che era lo stesso latte ma con quelle confezioni si pagava di meno solo perché non erano pubblicizzati! Il latte Sardelizie lo pago 0,89 cent al litro e quello Arborea si paga 1,15 ! I croissant Dolciando sono Bauli!

  20. Qualcuno mi sa dire che provenienza ha la marmellata di mirtilli neri bio dell’eurospin? non l’ho trovata nell’elenco dei prodotti elencati sopra. Grazie!!

  21. Salve, volevo far notare una piccola imprecisione. Io lavoro alla TREVISANALAT e facciamo noi le mozzarelle LAND da 250 gr e da 125 gr. e le buste con 4 mozzarelle da 500 gr. e non la ALIVAL come scritto sopra. Grazie un saluto da LORIS

  22. A chi dice che i prodotti dell’eurospin non son la stessa cosa di quelli venduti negli ipermercati: QUANDO LEGGETE LE ETICHETTE,LEGGETELE PER INTERO NON QUELLO CHE VOLETE VOI e vi renderete conto che gli stabilimenti dove vengono fabbricati i prodotti eurospin sono ESATTAMENTE gli stessi di quelli delle “grandi” marche

    • Ecco… a proposito di etichette. Leggiamo anche che ingredienti usano, sia le grandi marche sia le “sottomarche”. Se la ricetta usata è la stessa non è mica un bene!!!! Anzi!!
      Tra oli di palma, oli vegetali, zuccheri e farine raffinate, additivi chimici, aromi artificiali, ecc. ecc. meglio NON comprarle proprio le merendine!!
      Facciamocele a casa semmai. E anche il pane! Compriamo farine integrali, compriamo frutta e verdura, cereali e legumi, a volte un po’ di pesce… e a volte delle buone uova (magari biologiche).
      E impariamo a mangiare di meno, come si faceva una volta! Mangiamo troppo, ed è proprio per mangiare troppo che compriamo troppe schifezze. I bambini? I bambini mangiano quello che trovano in casa, e soprattutto mangiano quello che mangiano i genitori. Diamo loro l’esempio.
      Lo stipendio basterebbe se comprassimo solo cibo “vero”, cioè la materia prima, non l’elaborazione processata dalle industrie.

      • Caro ARISTIDE, ho una cara amica che compera nel negozio di fiducia le verdure, le uova sono quelle del contadino, la carne …..solo carni bianche dal suo solito fornitore. il formaggio solo dalla latteria di fiducia…. e…cosi via. Ti posso solo dire che se non spende il doppio di me….ci siamo molto vicini e, con i tempi che siamo costretti a a correre…., ti assicuro che la differenza conta molto….. E- una pensionata e fa fatica ad arrivare a fine mese perche-
        fra medicine e cibi igienici….. le arrivano dei conti non indifferenti. Un caro saluto.

  23. Le aziende producono linee differenti per qualità. Ci arriva anche un bambino delle elementari. Pensare che la stessa azienda fa prodotti con nomi differenti non sgnifica che siano di pari qualità. Il basso prezzo dei discount corrisponde quasi sempre a una bassa qualità dei prodotti, di conseguenza il consumatore corre il rischio di un risparmio solo apparente, come dimostrano i ripetuti sequestri effettuati dalle forze dell’ordine. Le frodi a tavola con la crisi sono quadruplicate, con un incremento record del 277% del valore di cibi e bevande sequestrate perché adulterate, contraffate o falsificate. Questo lo dice l’indagine Coldiretti sulla base dell’attività svolta dai Carabinieri dei Nas dal 2008 al 2014. Meglio comprare l’essenziale, ma di qualità, che prendere schifezze spesso anche inutili e poi trovarsi a dover affrontare spese e cure mediche per danno alla salute. Meglio acquistare l’essenziale ma di buona qualità! Risparmi in soldi e salute.

    • Cara Fulana, mi spiace sentire di questa tua esperienza negativa….io non uso latte intero, ma solamente quello ad alta digeribilit’ che, fra l-altro, trovo molto buono.

  24. Articolo a dir poco fuorviante, ai limiti della denuncia!
    Innanzitutto i commenti vanno messi in vista e non con l escamotage di premere “lascia il commento” per visualizzarli.
    Poi chi ha mai detto che un prodotto di questo discount con indicazione che viene prodotto da una fabbrica di marca è effettivamente prodotto li dentro? La legge in Italia non c’è! Paghiamo fior fior di multe all Europa per questo. Mi spiego meglio, se un prodotto di discount simile esteticamente ad un prodotto di marca nella etichetta viene indicato: “prodotto per bauli” (è un esempio esemplificativo) non vuol dire che nella ditta bauli facciano quel prodotto, può essere solo che lo confezionano. Cioè la marca dolciando (esempio esemplificativo) manda tutti i suoi prodotti, confezioni, etichette e chiede alla bauli di confezionarli. Ecco qui vista la mancanza di legge in Italia la prima fregatura. In etichetta ci sarà scritto dolciando prodotto da bauli. La parola prodotto e confezionato in mancanza di legge adeguata è di libera interpretazione.
    Altro esempio esemplificativo: diciamo che dolciando chieda a bauli di provvedere in tutto a fabbricare confezionare ecc una torta molto simile a quella della bauli. Visto i prezzi differenti secondo voi la bauli prende lo stesso prodotto per le sue torte facendosi concorrenza lei stessa? E il copyright alimentare dove lo mettiamo? Piuttosto bauli prenderà prodotti meno nobili x fabbricare i prodotti dolciando.
    Tutto questo era già venuto a galla nella trasmissione report perché appunto in Italia non ci sono leggi ad hoc sulle produzioni come in Europa. E il fatto che in Europa nei discount ci vanno solo ed esclusivamente un certo target di persone e in Italia visto la mancanza di leggi no, questa la dice lunga.
    Ma secondo voi, mettetevi nei panni di un industriale della bauli piuttosto che di una grande marca, se effettivamente fosse vero che i prodotti discount fossero fatti con tutti i crismi di un prodotto di marca quanto tempo pensate che riesca a rimanere aperta la bauli con i suoi prodotti? Tutti andrebbero ai discount no?
    Diciamo che in Italia tutti vanno avanti per il sentito dire, invece chiedete a chi lavoro nelle industrie alimentari importanti quali sono le differenze.
    Poi fate una bella ricerca in internet scrivendo uova scadute, mozzarella blu, formaggi avariati, e subito dopo aggiungete venduti nei discount. Beh da non credere, vengono fuori tutti nessuno escluso i discount che ci sono in Italia, ma neanche un nome di supermercati o grandi industrie di marca.
    Che coincidenza no?

Comments are closed.