“ISOLA DI BUDELLI ALLO STATO? MEGLIO DI NO”. INDOVINATE CHI LO DICE? LEGGETE QUI!

Spiaggia_rosa,_isola_di_budelli,_sardegna

“L’isola di Budelli allo Stato? Meglio di no”

Modena, 26 novembre 2013 – «L’ISOLA di Budelli allo Stato? Meglio di no». E’ il punto di vista di Mauro Morandi, mirandolese, e non può non contare. Perché? Perché Morandi è l’unico abitante di quel gioiello incastonato nell’arcipelago della Maddalena, in Sardegna. Ci vive da 24 anni. Da quando, deluso dal mondo, ha deciso di partire sul suo catamarano, diretto in Polinesia. Il destino, soffiato dal vento, l’ha portato a Budelli, che — senza faticare — l’ha conquistato. «C’è una spiaggia ricca di carbonato di calcio, molto simile a quelle polinesiane — racconta — Quando il custode mi ha detto che stava per andarsene, non ci ho pensato due volte».

Da quel giorno di 24 anni fa, Morandi vive lì. E’ stato alle dipendenze degli svizzeri che avevano comprato l’isola e ha già incontrato Michael Harte, il banchiere neozelandese che si è aggiudicato, pochi mesi fa, quello ‘scoglio’ incontaminato di 1,6 chilometri quadrati. «Quando è venuto a trovarmi — dice — mi ha fatto un’ottima impressione. E’ una persona seria, ama la natura e ha un programma dettagliato. E poi, scusate bene, l’isola non è trasportabile». Lo Stato, che qui è rappresentato dall’Ente parco della Maddalena, invece, non lo convince del tutto. «Sette anni fa è arrivato il nuovo presidente dell’ente. Aveva delle belle idee, che ho condiviso.Ma non è stato fatto praticamente niente. E i problemi che c’erano allora non sono stati risolti». Quali sono? «Barche. Davanti alla spiaggia rosa (la più famosa dell’isola, ndr) non si può gettare l’ancora perché sul fondale c’è una pianta rara che produce grandi quantità di ossigeno. Ci sono 15 boe a cui attaccarsi, ma le barche, intorno a Ferragosto, sono più di 200. E non vengono rimandate indietro».

Altro problema: i rifiuti. «Tutti gli inverni raccolgo l’immondizia che arriva con le burrasche. Da solo, però, non riesco a fare tutto, e i cumuli rimangono lì a deturpare le spiagge di sassi. L’ente interviene con molta lentezza o non fa proprio nulla». Aggiunge che «non ci sono i cartelli per i turisti e manca una servizio di guardiania della spiaggia». Insomma, secondo Morandi se l’isola tornasse nelle mani dello Stato i suoi problemi potrebbero aumentare, invece che diminuire. «Sto facendo controinformazione — dice da sotto la barba, col berretto da uomo di mare in mano — Lo Stato pagherebbe Budelli tre milioni di euro e poi dovrebbe gestire tutto, spendendo dei soldi che adesso risparmia. Il sindaco della Maddalena e il presidente della regione Sardegna Ugo Cappellacci, nonostante siano di due partiti diversi, si sono detti contrari all’acquisizione pubblica. Harte è una persona seria e ha un ottimo progetto. Perché non dargli una chance?».

(FONTE: http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/2013/11/26/987870-morandi-isola-budelli-stato.shtml)

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? ALLORA SOSTIENI SARDEGNA REMIX

AIUTACI AD ANDARE AVANTI – FAI UNA DONAZIONE (ANCHE CON POSTEPAY)

La pagina della Sardegna su FACEBOOK

Aiutaci a farla crescere con un MI PIACE: CLICCA QUI

SARDEGNA - SARDINIA

 

Sprintrade guadagna con l'affiliazione