RICETTE SARDE: COME PREPARARE “IS PISTOCCUS”, I SAVOIARDI SARDI

Oggi vi proponiamo la ricetta di una delle prelibatezze più amate in Sardegna: “is pistoccus”, ossia i Savoiardi sardi, chiamati anche “is pistoccus de caffei” o “pistoccus finis” o “pistokeddos”. Un dolce sardo molto semplice e con pochi ingredienti, ma dal gusto infinito. 

La preparazione è anch’essa semplice ma molto delicata, in quanto bisogna dosare bene gli ingredienti per rendere questi dolci morbidi e profumati. Ecco la ricetta.

INGREDIENTI

6 uova, 200 gr. di farina, 200 gr. di zucchero, la scorza di un limone, una bustina di vanillina, zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE

Iniziate montando a neve gli albumi delle uova insieme a 150 grammi di zucchero. Fatto questo, lavorate i tuorli con gli altri 50 grammi di zucchero rimasti, aggiungendo la scorza del limone e la vanillina. Una volta lavorati i tuorli per bene, dovete aggiungere il composto agli albumi molto lentamente, mescolando bene con un cucchiaio in legno e aggiungendo pian piano la farina setacciata. Otterrete così un composto unico, che già profuma di dolcezza.

Rivestite una teglia con carta da forno e versate il composto (meglio se con una siringa) direttamente sulla teglia, creando dei bastoncini che diventeranno i nostri savoiardi. Cospargeteli di zucchero a velo e poi infornate nel forno preriscaldato a 160 gradi per 15 minuti circa. Se il composto è stato montato bene e con la giusta delicatezza, dopo un quarto d’ora avrete i vostri gustosissimi “pistoccus”, morbidi e dal sapore buonissimo. Potete anche usarli per preparare il tiramisù, che sarà ancora più buono coi savoiardi sardi.