RICETTE: ECCO COME PREPARARE I FATTI FRITTI SARDI

Fatti fritti

Oggi presentiamo una nuova ricetta. E’ tempo di Carnevale, quindi periodo di “Fatti Fritti” o, in lingua sarda, “Para Frittus”, tipici dolci di questo particolare momento dell’anno. Una ricetta della Sardegna, tramandata fin da tempi antichi, ci insegna come preparare gli originali Fatti Fritti Sardi.

INGREDIENTI

1 kg di farina tipo 00, 4 uova fresche, 100 grammi di burro, 60 grammi di lievito di birra, mezzo litro di latte, la buccia grattugiata di due arance, 1 bustina di vanillina, olio di semi (per friggere), zucchero per guarnire i dolci.

PREPARAZIONE

In un ampio contenitore versate la farina e sopra di essa aprite le uova. Cominciate ad impastare bene, dopodiché sciogliete in un po’ di latte tiepido il lievito di birra e, gradualmente, aggiungetelo all’impasto che state lavorando. Sciogliete il burro in una padella e unite anch’esso all’impasto, insieme al latte restante, alla buccia grattugiata delle arance e alla vanillina. Lavorate l’impasto per ottenere un composto morbido. Successivamente, una volta che avete ben lavorato il tutto, coprite il contenitore e lasciate lievitare in luogo caldo per almeno 4 ore.

Trascorse le 4 ore, preparate sul fornello un’ampia padella con abbondante olio caldo. Prendete un piccolo pezzo di impasto e mettetelo nell’olio caldo: se si gonfia e sale in superficie allora tutto è pronto per friggere i Fatti Fritti. Preparateli prendendo un po’ di impasto, create una palla e datele la forma delle classiche ciambelle col buco in mezzo. Dopodiché immergete i Fatti Fritti nell’olio caldo, facendoli dorare prima da una parte e poi dall’altra. Una volta pronti, metteteli ad asciugare sulla carta assorbente. Quando l’olio sarà pressoché eliminato, metteteli in un recipiente e cospargeteli di abbondante zucchero. I vostri Fatti Fritti Sardi sono pronti per essere serviti. Buon appetito!

 

SOSTIENI SARDEGNA REMIX

5 thoughts on “RICETTE: ECCO COME PREPARARE I FATTI FRITTI SARDI

  1. Ho provato spesso a fare questi meravigliosi dolci, ma la difficoltà é farli lievitare a dovere… Quali consigli mi date in proposito? Inoltre…un buon metodo può essere mettere il composto a lievitare in forno? Scaldandolo?
    Attendo con ansia una risposta da chi è esperto!
    Grazie!

  2. Ricordo a tutti coloro che l’avessero scordato che la traduzione corretta di “paras frittus” non è fatti fritti ma FRATTI FRITTI. Ciò deriva dall’immagine che si potrebbe avere se dei fraticelli venissero immersi in un calderone d’olio bollente da cui spuntano solo la sommità delle teste. Ricordate come apparivano con “sa CHIRIGA”? come le nostre frittelle appunto…

  3. Lo zucchero dunque non c’è tra gli ingredienti dell’impasto? Va utilizzato solo per guarnire. Grazie e saluti.

Comments are closed.