CLAMOROSO, ECCO COSA HA FATTO TRENITALIA IN SARDEGNA

A quanto pare in Sardegna treni e biciclette non vanno molto d’accordo. Trenitalia infatti impedirebbe ai ciclisti di utilizzare le ferrovie per muoversi tra le varie stazioni dell’Isola. Una cosa che se fosse vera sarebbe davvero grave e paradossale. La denuncia arriva dal consigliere regionale di Rifondazione Comunista, Giuseppe Stocchino

Queste le parole di Stocchino, anche componente della commissione Trasporti:

“Trenitalia impedisce ai ciclisti di usare le ferrovie per muoversi tra le stazioni presenti in Sardegna. Sono venuto a conoscenza di un fatto che da solo basterebbe ad allontanare dalla nostra Isola migliaia di appassionati di cicloturismo. Il vettore ha infatti rifiutato una prenotazione effettuata con un mese di anticipo da un gruppo di appassionati. Ho nella mia disponibilità lo scambio di messaggi di posta elettronica tra i turisti ed i responsabili della società di trasporti, con parole che non lasciano spazio alla fantasia si è motivato il rifiuto adducendo questioni di ordine pubblico; come se chi ama percorrere la Sardegna a bordo di una bicicletta sia una persona pericolosa o in grado di turbare il normale esercizio del servizio. Spero che Trenitalia sappia trovare parole adeguate per spiegare quanto accaduto, questi comportamenti sono infatti in grado di creare un tremendo danno di immagine alla Sardegna. Confermano però che non è più procrastinabile una rinnovata politica dei trasporti; un’amministrazione regionale attenta e presente non avrebbe mai permesso che questi fatti potessero accadere. Cappellacci, titolare dell’interim ai Trasporti, ha preferito limitare il suo interessamento alle ferrovie proponendo la liberalizzazione dei trasporti”.

Voi cosa ne pensate?

— 

SOSTIENI SARDEGNA REMIX