AUTUNNO IN BARBAGIA 2013 A ATZARA 6-7-8 DICEMBRE: IL PROGRAMMA COMPLETO

1236526_autunno-barbagia-2013_thumb_big

Ieri abbiamo pubblicato il programma completo di Autunno in Barbagia a Fonni, ma nel prossimo fine settimana l’appuntamento con questa manifestazione fa tappa anche ad Atzara, dove tra le tante cose sarà anche possibile visitare il suggestivo Museo del Vino. Andiamo a scoprire subito il programma completo di Autunno in Barbagia ad Atzara

AUTUNNO IN BARBAGIA 2013

6-7-8 DICEMBRE

ATZARA – I colori della cultura

Benvenuti ad Atzara. Il vostro viaggio nella nostra tradizione parte dal Museo Antonio Ortiz Echagüe. Qui riceverete tutte le informazioni per visitare le cortes e vi verranno indicati i luoghi nel centro storico dove potrete assistere alle dimostrazioni della lavorazione del ferro, del legno, del formaggio, del pane, dei dolci; se poi siete degli incontentabili curiosi, potrete farvi accompagnare dalle guide alla scoperta di tutto il patrimonio che orgogliosamente custodiamo. Se date uno sguardo nelle sale espositive del Museo, capirete perché Atzara è considerata la “culla dei pittori”: la collezione di opere qui custodita vi parlerà infatti di alcuni artisti spagnoli che casualmente, durante il Giubileo del 1900 a Roma, notarono la delegazione dei nostri compaesani che indossava il tipico costume. Di lì a poco il Costumbrismo si impadronirà prepotentemente dello scenario culturale del nostro piccolo centro, condizionandone indelebilmente lo sviluppo.

È grazie a queste vicende che i nostri abitanti di inizio ‘900, per quanto ancora molto penalizzati perché troppo isolati dal resto dell’Italia e nonostante fossero affaccendati nell’accudire i preziosi vigneti distesi nelle
soleggiate colline, poterono respirare un’aria magica, il frutto dall’incontro per le vie tra i carri carichi di uva e i pittori che con pennelli e cavalletti cercavano di immortalarli. Da una parte gli atzaresi ospitali e laboriosi, dall’altra gli artisti entusiasti di poterne narrare su tela la serena quotidianità.

A Cortes Apertas vi vogliamo quindi raccontare la nostra storia con le tre componenti fondamentali che l’hanno segnata: pittura, vino, costume. E vediamolo allora, questo costume, vediamo nella mostra a esso dedicata presso la Casa Bartolomeo Demurtas (guarda caso l’allora Sindaco e a capo della fortunata “spedizione” del Giubileo) se veramente, con le sue straordinarie associazioni di colori, rappresenta una fotografia astratta su tessuto del nostro particolare e luminoso paesaggio. Scoprite il segreto del caratteristico copricapo femminile, la ricchezza dei ricami, il senso di elegante importanza di quello maschile, quasi che, siccome troppo graziosa la donna atzarese, ci fosse uno sforzo infinito per potersi elevare al suo fianco.

Se vi spostate al Museo del Vino potrete partecipare a incontri sul mangiare sano, respirare la genuina atmosfera della poesia in lingua sarda, e in “sa domo de su binu” osservare gli strumenti, gli attrezzi e le tecniche che, praticamente da quando esiste Atzara, utilizziamo e sviluppiamo per ottenere il prodotto che più ci caratterizza: il vino. E il vino lo troverete nell’immancabile giro di tutte le Cortes, con quello di proprietà che si affianca a quello pluripremiato delle Cantine locali.

Quando vi vorrete fermare troverete conforto in uno dei numerosi e caratteristici punti ristoro che vi faranno degustare le specialità tipiche locali, ce n’è per tutti i gusti.

A questo punto non vi resta che iniziare, per cui vi auguriamo buona permanenza.

PROGRAMMA

VENERDÌ 6 DICEMBRE

Ore 17.00 – Museo del Vino. Premiazione del Concorso di Poesia.

SABATO 7 DICEMBRE

Ore 10.00 – Apertura delle Cortes.

Ore 10.30 – Museo del Vino. Incontro di Slow Food con gli studenti del territorio per promuovere l’interesse legato al mangiar sano e al bere consapevole come portatori di piacere, cultura, tradizioni, identità.
Museo A. Ortiz Echague. “Mille modi di dire paesaggio”: laboratorio didattico per ragazzi delle scuole medie di Atzara.

DOMENICA 8 DICEMBRE

Ore 9.30 – Apertura delle Cortes e delle Mostre con dimostrazioni lungo tutto il percorso della lavorazione artigianale del ferro, del legno, del formaggio e dei prodotti tipici locali. Inizio delle visite guidate.

Ore 11,00 – Museo del Vino. Santu Andria: tradizionale apertura della prima botte di vino nuovo e benvenuto ai visitatori.

Ore 12.00 – Pranzo nei tipici punti ristoro situati lungo il percorso.

Ore 20.00 – Chiusura della manifestazione.

INFO ORGANIZZAZIONE
0784 65508 pinacotecatzara@tiscali.it

DOVE MANGIARE – DOVE DORMIRE
Ristorante-Pizzeria “Al Vecchio Mulino”, via Regina Elena, 3 – Tel. (+39) 0784 65400

Agriturismo “Su Zeminariu”, loc. Su Zeminariu – Strada per Belvì, km 1 – Tel. (+39) 0784 65235

LA BROCHURE COMPLETA DELL’EVENTO DI ATZARA

 

EVENTI IN SARDEGNA

La pagina Facebook degli Eventi in Sardegna

Eventi in Sardegna

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? ALLORA SOSTIENI SARDEGNA REMIX

AIUTACI AD ANDARE AVANTI – FAI UNA DONAZIONE (ANCHE CON POSTEPAY)