SALVIAMO I NOSTRI GIOIELLI, NON SVENDIAMO L’ISOLA DI BUDELLI. FIRMATE TUTTI LA PETIZIONE !!!

Spiaggia_rosa,_isola_di_budelli,_sardegna

Agli inizi di ottobre abbiamo dato notizia della vendita dell’intera isola di Budelli, uno dei simboli del Parco Nazionale della Maddalena con la sua magnifica Spiaggia Rosa, ceduta all’asta a un banchiere neozelandese, Michael Harte, per 2 milioni 940 mila euro. In questi giorni è stata lanciata una petizione affinché il Parco stesso si faccia avanti con il diritto di prelazione e che renda l’Isola di Budelli alla Regione Sardegna e ritorni ad essere un Bene comune. ECCO LA PETIZIONE DA FIRMARE PER SALVARE QUESTO GIOIELLO DELLA SARDEGNA 

L’Isola di Budelli è stata venduta a un prezzo irrisorio per un’isola di 1,60 km2 con oltre 12 km di costa, un prezzo probabilmente dovuto ai rigorosi vincoli ambientali che tutelano l’unicità della spiaggia, un patrimonio unico al mondo. Il Parco Nazionale della Maddalena, ai sensi della Legge Quadro sulle Aree Protette (la legge n. 394 del 1991), può esercitare entro 90 giorni il diritto di prelazione, decidendo di comprare per lo stesso importo questo gioiello della nostra Sardegna.

Questa isola è un bene unico ed è giusto che sia acquisita al patrimonio pubblico.

Per questo vi chiediamo di firmare la petizione che ha come obiettivo restituire alla Sardegna uno dei suoi gioielli.

FIRMATE LA PETIZIONE

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? ALLORA SOSTIENI SARDEGNA REMIX

AIUTACI AD ANDARE AVANTI – FAI UNA DONAZIONE (ANCHE CON POSTEPAY)

La pagina della Sardegna su FACEBOOK

Aiutaci a farla crescere con un MI PIACE: CLICCA QUI

SARDEGNA - SARDINIA

2 thoughts on “SALVIAMO I NOSTRI GIOIELLI, NON SVENDIAMO L’ISOLA DI BUDELLI. FIRMATE TUTTI LA PETIZIONE !!!

  1. Budelli è un’isola privata. Il proprietario la può tranquillamente vendere. La cosa che dovrebbe farev la Regione Sardegna o lo Stato Italiano è pretendere, e poi controllare, che non venga rovinata. Se faranno questo saràa sicuramente meglio che regionalizzarla o nazionalizzarla. La Regione e lo Stato non hanno alcuna possibilità di salvaguardarla: Servono soldi e sembra che non ce ne siano. Diamola a un privato che la voglia salvaguardare e magari rendere più fruibile per turismo ecologico e naturalistico.

    • non sono d’accordo, il privato ha tutto l’interesse a fare del business magari con l’aiuto di qualche politico corrotto, inoltre questa non è una vendita ma un asta e svendere un pezzo di paradiso per 3 milioni di euro mi sembra una follia.
      Se ogni italiano desse un contributo di 5 cent. potremmo ricomprarcela a patto che rimanga così come è. Ciao.

Comments are closed.