ECCO QUAL E’ IL COMUNE SARDO PRONTO AD ACCOGLIERE BERLUSCONI AI SERVIZI SOCIALI

L’ex premier e padre padrone del PDL, Silvio Berlusconi, condannatoa 4 anni per frode fiscale nell’ambito del processo Mediaset, troverà certamente un Comune pronto ad accoglierlo nel caso dovesse scontare la sua pena ai servizi sociali: stiamo parlando di un comune della Sardegna, un paesino dell’Ogliastra di poco più di 2000 abitanti, Ilbono“La sua consulenza sarebbe preziosa in materia economica e sociale, oltre che politica”, questa la motivazione che ha scaturito la proposta. 

Una proposta arrivata dall’opposizione, anche la Giunta che governa il comune ogliastrino è proprio di centrodestra, quindi potrebbe approvarla volentieri. La proposta è arrivata tramite un’interrogazione presentata in Consiglio comunale da un consigliere di minoranza del gruppo “Scegliere insieme”, Matteo Stochino.

Mentre Berlusconi attende la decisione della Giunta che deciderà sulla sua decadenza da senatore e sulla sua possibilità di ricandidarsi, minacciando il Governo e gli “alleati” del Partito Democratico, ad Ilbono consiglieri di maggioranza e opposizione (almeno una buona parte) sarebbero dunque pronti ad accoglierlo. Il testo della proposta sottolinea come sia “evidente come la naturale evoluzione della vicenda porterà il cittadino Silvio Berlusconi a dover chiedere, per evitare l’internazione in una casa di custodia dello Stato, l’affidamento in prova ai servizi sociali”. Dunque perchè non svolgerli a Ilbono? L’elevata caratura politica e intellettuale del Cav. Silvio Berlusconi unita alle sue indiscusse capacità, permetteranno all’Amministrazione pubblica alla cui tutela egli sarà affidato notevoli vantaggi in termini di crescita politica e culturale. Il Comune, in particolare, potrebbe avvalersi della preziosa consulenza di Silvio Berlusconi in materia economica e sociale, oltre che politica”.

Voi che ne pensate?

8 thoughts on “ECCO QUAL E’ IL COMUNE SARDO PRONTO AD ACCOGLIERE BERLUSCONI AI SERVIZI SOCIALI

  1. Imbecillità galoppante.Si potrebbe utilizzare la preziosa “consulenza” del folle di Arcore per fargli spccare ghiaccio a mani nude in inverno o spalare lettame con le mani a gratis per chi avesse bisogno di ripulire la stalla o anche usarlo come pugnometro vivente per risparmiare sui giochi da portare alle varie sagre paesane.

  2. Se volete inquinare un comune, e’ la scelta giusta, Non rovinate un’altro pezzo della Sardegna.

Comments are closed.